ultime news

g7_blog

A Bergamo il G7 dei ministri dell’agricoltura

Bergamo il 14 e il 15 ottobre ospiterà il summit dell’agricoltura alla presenza di Maurizio Martina e dei ministri delle politiche agricole di Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Canada e Stati Uniti.

“È importante ricordare che quest’anno l’Italia presiede il G7 e che quello dell’agricoltura che si svolge a Bergamo è un’occasione per continuare a discutere dei grandi temi avviati a Expo Milano 2015. Parlo del diritto al cibo, della lotta allo spreco alimentare, della tutela dei produttori agricoli e del rilancio della cooperazione agricola. Oltre agli incontri ufficiali, da segnalare anche le iniziative organizzate dal Comune in città”. ha dichiarato il ministro Martina.

A2ASmartCity, gestore del WIFI cittadino della città di Bergamo, è onorata di contribuire a questo importante vertice con la copertura di rete di tutte le aree dedicate all’evento tramite WIFI e connettività a banda larga su fibra ottica e con l’importante  sperimentazione della tecnologia smart green presso l’orto botanico di Astino. 

DALLO SMART AGRIFOOD ALLO SMART URBAN GARDEN

Nella Valle della Biodiversità, grazie all’Assessorato all’innovazione del Comune di Bergamo, all’Orto Botanico Lorenzo Rota di Bergamo e A2A Smart City, verrà realizzato un sistema completo di strumenti e informazioni per controllare con precisione i fattori che concorrono a determinare la salute delle piante, le esigenze di irrigazione e le condizioni climatiche.

La fase sperimentale di Smart Green sarà avviata in occasione della visita dei Ministri dell’Agricoltura durante il G7 .

I dati raccolti durante la sperimentazione saranno successivamente pubblicati anche nell’interesse di altri soggetti che si occupano di agricoltura, di orti e giardini urbani.

Presso l’orto botanico di Astino in provincia di Bergamo, A2A Smart City sta monitorando in tempo reale alcuni parametri ambientali che consentano a chi cura la crescita delle piante e il loro sviluppo di prevenire la proliferazione di malattie e di verificarne costantemente le condizioni.
I dati registrati dai sensori, quali ad esempio temperatura e umidità dell’aria, quantità di pioggia caduta, velocità e direzione del vento, ore di luce, bagnatura fogliare e umidità e conducibilità elettrica del suolo, vengono trasmessi, analizzati e restituiti costantemente in tempo reale, in modo da essere visibili da un qualunque dispositivo collegato a Internet (computer, smartphone, tablet, …).
Verranno inoltre monitorati gli inquinanti presenti nell’aria come le polveri sottili, al fine di capire i benefici di un’area verde sulla qualità dell’aria e quindi sula vita dei cittadini. Tutto questo è reso possibile dalla presenza della rete tecnologica trasmissiva LoRaWAN.

Vedi: http://agriculturabg.it/smart-green/

Il programma completo: http://agriculturabg.it/